Utilizzo del VOR - DME

COSA INDICA LO STRUMENTO A BORDO
Il quadrante per l'utilizzo del VOR ha una ghiera mobile con il pomello denominato OBS (Omni Bearing Selector). Posizionare la ghiera con un qualsiasi valore sulla linea di riferimento in alto, coincide con il "selezionare" quel valore di radiale in modo che lo strumento ci dia informazioni relativamente ad essa.
Nella figura a lato, il pilota ha selezionato la radiale 90.
Sul quadrante é presente una linea mobile detta CDI che si discosta dalla verticale quando l'aereo non si trova sulla radiale selezionata. Nell'esempio in figura l'aereo su trova sulla radiale selezionata 90 in quanto il CDI é al centro.
Il quadrante dispone inoltre dell'indicatore del semipiano TO o FROM in cui vola l'a/m; l'indicatore può essere un triangolo con la punta verso l'alto (TO) o verso il basso (FROM) o una finestrella dove compare la scritta TO o FM.
Nell'esempio l'aereo si trova nel semipiano FROM, sulla radiale 90 (QDR=90).
Si noti che queste indicazioni non dipendono dalla prua dell'a/m

Determinare la posizione con il VOR - DME        Intercettare una radiale TO  

Video tratti da "PRO PILOT" della Leader-Sierra edizione De Agostini - www.leader.it
SEQUENZA OPERATIVA DI BASE PER INTERCETTARE UNA RADIALE FROM (QDR)
  1. Selezionare con l'OBS la radiale che si vuole intercettare
  2. Verificare che lo strumento fornisca una indicazione FROM (triangolo verso il basso)
    SE siamo nel settore FROM si procede con l'intercettazione
    SE siamo nel settore TO bisogna valutare se portarsi nel semipiano opposto
  3. Valutare una prua di intercettazione, compresa tra la radiale selezionata e il suo traverso,
    scegliendone una che si trova DALLA PARTE DELL'INDICATORE CDI
    ( si ottimizza l'ingresso scegliendo un ingresso a 60° o a 30° rispetto alla radiale)
  4. Virare per seguire la prua di intercettazione e attendere che la lancetta si porti al centro
  5. Quando la lancetta é prossima al centro, si vira per seguire la radiale selezionata
ESEMPIO DI INTERCETTAZIONE RADIALE 90 FROM
In modo indipendente dalla prua attuale, il pilota seleziona la radiale 90 e verifica di trovarsi nel semipiano FROM.
Procede quindi con la tecnica di intercettazione, ovvero:
osserva il CDI che si trova a sinistra, quindi legge sulla ghiera graduata che tutte le prue comprese tra 0 e 80° sono adatte all'intercettazione della radiale selezionata.
Volendo ottimizzare l'ingresso in radiale, assumerà una prua di 30° o 60°. ( Queste prue formano rispettivamente un angolo di 60° e 30° rispetto alla radiale stessa).
Il pilota sceglie di virare per prua 30° in modo da entrare sulla radiale con un angolo di 60°.
L'indicazione VOR rimane momentaneamente immutata. Mentre l'aereo si avvicina alla radiale selezionata, il CDI si porta gradualmente verso il centro.
Ogni pallino di distanza sull'arco del quadrante corrisponde ad una differenza di 2° tra la radiale selezionata e quella su cui si trova l'aereo (quando la lancetta é fuori da questo arco la differenza é superiore a 10°). Con riferimento alle figure a lato, l'aereo si trova sulla radiale 94, semipiano FROM e si dirige sulla radiale 90 con prua 30°.
Poco prima che il CDI sia al centro, il pilota vira nuovamente per inserire prua 90 e segue così la radiale selezionata.
In questa situazione l'aereo sta ora seguendo la radiale 90 FROM, con una prua coerente con l'allontanamento dalla stazione.

In presenza di vento laterale, il pilota (mantenendo prua 90) vedrà il CDI spostarsi dalla parte dove proviene il vento, dovrà quindi contrastare l'effetto deriva inserendo un WCA che gli farà mantenere ll CDI al centro, ma con una prua diversa dal valore della radiale.
SEQUENZA OPERATIVA DI BASE PER INTERCETTARE UNA RADIALE TO (QDM)
Intercettare una radiale TO significa raggiungerla PRIMA della stazione. Per fare questo il pilota deve conoscere la radiale su cui si trova ad inizio procedura, onde scegliere la prua di ingresso più opportuna.
  1. Selezionare con l'OBS la radiale che si vuole intercettare
  2. Verificare che lo strumento fornisca una indicazione TO (triangolo verso l'alto)
    SE l'aereo si trova nel settore TO si procede con l'intercettazione
    SE l'aereo si trova nel settore FROM bisogna prima valutare come portarsi nel semipiano opposto.
  3. muovere il pomello OBS mantenendo l'indicatore TO attivo, fino a visualizzare il CDI al centro,
    in questo modo il pilota sa su quale radiale su cui si trova l'a/m.
    Prendere nota di questo valore e riportare l'OBS sulla radiale da intercettare
  4. Scegliere una prua compresa tra la radiale attuale e il traverso di quella selezionata,
    scegliendo quindi tra quelle sulla ghiera DALLA PARTE DELL'INDICATORE CDI
    ( si escludono tutte le prue comprese tra la radiale selezionata e quella attuale e
    si ottimizza l'ingresso scegliendo un ingresso a 60° o a 30° rispetto alla radiale)
  5. Virare per seguire la prua di intercettazione e attendere che la lancetta si porti al centro
  6. Quando la lancetta é prossima al centro, si vira per seguire la radiale
ESEMPIO DI INTERCETTAZIONE RADIALE 90 TO
Il pilota seleziona la radiale 90 e verifica di trovarsi nel semipiano TO. Nella figura la lancetta si trova tutta a sinistra, significa che l'aereo si trova su una radiale (minore) che differisce più di 10°
Procede quindi con la tecnica di intercettazione, ovvero:
ruota il pomello OBS fino a quando il il CDI si pone al centro, legge sulla ghiera graduata il valore della radiale attuale, nell'esempio si trova sulla radiale 50 TO.
Il pilota prende nota di questo valore.
Il pilota riporta l'OBS sulla radiale da intercettare e guarda sulla ghiera dalla parte del CDI.
Osserva quali radiali sono comprese tra quella attuale (50) ed il traverso di quella da intercettare. Può scegliere una prua compresa in questo range, perchè questo gli consente di raggiungere la radiale prima della stazione.
Una semplice analisi grafica della situazione spiega il perchè.
Il pilota può scegliere quindi 30° come prua di intercettazione. Una prua di 60° lo porterebbe ad entrare sulla radiale DOPO la stazione.
Il pilota vira per prua 30° e poco prima che il CDI sia al centro, vira nuovamente per inserire prua 90 e seguire così la radiale selezionata.
In questa situazione l'aereo sta ora seguendo la radiale 90 TO, con una prua coerente con l'avvicinamento alla stazione.

In presenza di vento laterale, il pilota (mantenendo prua 90) vedrà il CDI spostarsi dalla parte dove proviene il vento, dovrà quindi contrastare l'effetto deriva inserendo un WCA che gli farà mantenere ll CDI al centro, ma con una prua diversa dal valore della radiale.
Esempio applicativo delle tecniche ora descritte